ComunicazioneNotizie

Aiuti alle PMI del settore ICT per l'inserimento in azienda di alte professionalità

Il programma “Aiuti alle PMI del settore ICT per l’inserimento in azienda di alte professionalità” prevede la concessione di aiuti alle micro, piccole e medie imprese regionali per l’inserimento di personale altamente qualificato in azienda.

Possono beneficiare degli aiuti le micro, piccole e medie imprese singole o associate con sede operativa in Sardegna, attive nel settore dei servizi di informazione e comunicazione (sezione J della classificazione ATECO 2007) nell’ambito delle classi individuate dal bando.

I candidati all’assunzione devono possedere, come requisito minimo, il diploma di laurea triennale in discipline tecnico-scientifiche e devono aver maturato una significativa esperienza negli ambiti specificati dal bando in gruppi di ricerca operanti presso un organismo di ricerca pubblico.

L’ammontare dell’aiuto, concesso in regime “De Minimis”, è determinato secondo le seguenti modalità:
– fino a 24.000 euro per l’assunzione con contratto a tempo indeterminato
– fino a 22.000 euro per l’assunzione con contratto a tempo determinato della durata minima di 12 mesi
– fino a 18.000 euro per l’attivazione di una collaborazione a progetto della durata minima di 12 mesi.

Ogni azienda può presentare fino a due domande e beneficiare di un aiuto massimo di 48.000 euro finalizzato alla copertura delle spese per la contrattualizzazione di due figure professionali. La valutazione dei progetti di inserimento lavorativo è affidata ad una commissione tecnica che attribuisce un punteggio in riferimento ai criteri definiti dal bando e stila una graduatoria. Gli aiuti sono quindi assegnati secondo tale graduatoria e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

La dotazione finanziaria e la scadenza per la presentazione delle domande è stabilita di volta in volta da Sardegna Ricerche attraverso bandi pubblici.
Scadenza presentazione domande 29/11/2013.