Notizie

Regione Siciliana: bando itinerari turistici

L’assessorato regionale al Turismo della Regione Siciliana ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 14.03.2014 l’Avviso per la realizzazione di attività finalizzata alla creazione di itinerari turistici dedicati al segmento “natura” nell’ambito del progetto di eccellenza – art. 1, comma 1228 della Legge 296/96 – denominato “Progettazione e realizzazione di itinerari per la valorizzazione del turismo naturalistico”.

Il progetto si pone come obiettivo generale il posizionamento del territorio siciliano sul segmento del mercato turistico legato alla motivazione di viaggio “natura”, nella specifica accezione di “natura e turismo attivo”, attraverso azioni mirate di specializzazione e diversificazione territoriale. In particolare il progetto si propone di:

  1. incrementare il flusso dei visitatori nazionali ed internazionali per motivazioni di viaggio legate alla “natura” e sostenere la destagionalizzazione;
  2. sviluppare l’offerta turistica regionale destinata a tale target in una logica di prodotto specializzato, salvaguardando e valorizzando il patrimonio di rarità ed unicità dell’ambiente e del paesaggio siciliano;
  3. creare e/o ampliare il sistema di rete dell’offerta turistica specializzata su fabbisogni ed esigenze espresse dal segmento e dai target di riferimento;
  4. concepire e realizzare proposte turistiche mirate e concretamente spendibili sul mercato.

Il Bando intende incentivare la creazione di reti tra operatori pubblici e privati attraverso la progettazione e realizzazione di itinerari per la valorizzazione del turismo naturalistico. In particolare l’amministrazione procedente intende promuovere la realizzazione di una offerta turistico – culturale dedicata al segmento naturalistico attraverso i macro obiettivi di seguito specificati:

  1. sviluppare un efficiente sistema di accoglienza e di accesso dedicato al segmento di riferimento, condividendo uno standard quantitativo e qualitativo dei servizi offerti al turista;
  2. promuovere la creazione, la promozione e la commercializzazione di un prodotto turistico integrato dedicato al segmento “turismo naturalistico”.

L’azione si configura come cofinanziamento concesso ai sensi del Regolamento CE 1998/2006 della Commissione, relativo all’applicazione degli articoli 87 e 88 del trattato CE agli aiuti di importanza minore (de minimis).
L’importo dell’aiuto concesso ad una medesima impresa non può superare i 200.000,00 euro nell’arco di tre esercizi finanziari.
Il progetto deve essere coerente con le capacità tecniche, economiche ed organizzative dei soggetti proponenti. Possono essere oggetto di sostegno gli interventi relativi allo sviluppo economico e alla promozione territoriale, alla qualificazione e /o riqualificazione delle risorse umane e alla comunicazione e promozione integrata.

Nel dettaglio, sono ritenute coerenti alle finalità progettuali le seguenti macro attività:

  1. censimento, monitoraggio e messa in rete delle risorse naturali, ambientali, culturali, ecc… e indagini sulla domanda (funzionali alla costruzione dell’offerta e della campagna di comunicazione) e piani di marketing operativi (max 5 %) del budget del progetto;
  2. rafforzamento delle filiere produttive nel turismo anche attraverso la realizzazione di infrastrutture leggere e/o strumenti di fruizione (segnaletica, sentieristica, roadbook, QR code, ecc.);
  3. interventi finalizzati all’innovazione e/o all’accrescimento dello standard quantitativo e qualitativo dei servizi offerti al turista;
  4. attività di formazione specialistica e seminariale e di assistenza tecnica agli operatori (standard, disciplinari, affiancamento aziendale, ecc.) (max 10%);
  5. micro interventi materiali aziendali (se previsti da protocolli o disciplinari) (max 20%); (insegne, bacheche, piccole attrezzature, ecc)
  6. realizzazione di pacchetti turistici tematici integrati attraverso, anche, l’organizzazione di eventi specifici finalizzati alla promozione del prodotto “natura”;
  7. azioni di promozione e promo – commercializzazione (max 10%);
  8. progettazione e coordinamento attività, monitoraggio e controllo, segreteria di progetto, rendicontazione e spese generali (max 5%).

I beneficiari ammessi a presentare domanda ed interventi ammessi a finanziamento sono:
Enti pubblici territoriali (amministrazioni locali, provinciali) e non territoriali (Università, consorzi regionali, istituti centrali dello Stato, centri Regionali etc.).

  1. Organismi di diritto pubblico.
  2. Associazioni ed Organizzazioni no profit
  3. PMI (imprese ricettive includendo anche le strutture complementari;
  4. agenzie di viaggi e turismo di categoria A illimitata; imprese della ristorazione, così come individuate dal Codice ATECO dell’ISTAT).

Le istanze dovranno pervenire entro e non oltre il termine perentorio di giorni 60 dalla data di pubblicazione sulla GURS.

Maggiori informazioni qui >>